Il nuovo MacBook Pro, annunciato qualche giorno fa, con prezzo base di €1.549 è dotato di tutte le funzionalità dei modelli high-end: Touch ID, Touch Bar e ottava generazione di CPU Intel. Nonostante ciò il base clock a 1.4GHz potrebbe risultare particolarmente basso, ma è qui che vi sbagliate, perché è più veloce di quanto voi possiate immaginare.

La precedente generazione di MacBook Pro, per intenderci quella senza Touch Bar, era dotata di processore Intel i5 a 2.3GHz.

Basandoci solo su i numeri, effettivamente sembra che Apple abbia fatto un passo indietro, ma in realtà non è così, perché non ci sono solo i nuovi chip di ottava generazione che migliorano l’efficienza della macchina, ma i processori sono quad-core piuttosto che dual-core della precedente generazione.

La nuova CPU è dotata anche di turbo-boost fino a 3.9GHz, nettamente più veloce della precedente generazione da 3.6GHz.

Jonathan Morrison ha testato il nuovo MacBook Pro con alcuni video editing di routine e ha notato che: esportare un video con Final Cut 4K avrebbe impiegato 3 minuti e 16 secondi, contro i 4 minuti e 40 secondi del precedente modello.

Come riportato sopra, il MacBook Pro del 2019 porta Touch ID, Touch Bar e chip T2.

Per quanto riguarda il benchmark, Geekbench avrebbe registrato dei buoni valori.

Il MacBook Pro con chip da 2.4GHz quad-core avrebbe registrato 4948 punti in Single-Core mentre 18595 in Multi-Core, valori appunto molto simili con quelli riportati sopra del modello entry-level.

Quindi, con un risparmio di €500 circa potrete avere praticamente le stesse performance del modello High-End da 13″.

E voi, cosa ne pensate? Vi abbiamo convinto nella scelta del nuovo MacBook Pro? Fatecelo sapere nei commenti.

Advertise

TU COSA NE PENSI?