Non è un segreto che Apple abbia problemi con le tastiere equipaggiate sui MacBook di tutte le dimensioni e forme. In questi anni ha provato a implementare piccoli miglioramenti, membrane ma sempre per limitarne i problemi, senza mai risolverli completamente. Secondo un nuovo brevetto, l’azienda di Cupertino avrebbe inventato un nuovo meccanismo che potrebbe ridurre perfino lo spessore dei suoi futuri notebook.

Il nuovo brevetto prende il nome di: Keyboard assemblies having reduced thickness and method of forming keyboard assemblies ed è stato pubblicato presso l’ufficio Brevetti e Marchi degli Stati Uniti a inizio settimana.

Secondo Apple Insider, il blog che ha scoperto la pubblicazione del brevetto, il meccanismo includerebbe una singola membrana che sarebbe attaccata alla PCB stessa.

In Apple’s filing, the company suggests the use of a single membrane sheet adhered directly to the printed circuit board (PCB). A switch housing can optionally be affixed directly to the membrane layer or to the PCB, sandwiched between the two, and a dome switch coupled directly on top to the membrane layer.

Generally the membrane is not typically attached to the PCB, but is used to help facilitate the closing of a connection, to trigger the key press. By attaching the membrane completely across the PCB, this eliminates any wasted space and brings the components closer together.

Le attuali tastiere dei MacBook dispongono di una membrana sotto ogni tasto, al fine di evitare che residui di sporcizia o polvere si possano depositare e rendere impossibile l’utilizzo dei tasti.

Secondo il nuovo brevetto, la membrana non sarebbe più sotto ogni singolo tasto ma bensì una sola su tutta la scheda.

Con il nuovo MacBook Pro da 16″ alle porte, ci auguriamo che Apple abbia equipaggiato il nuovo notebook con una tastiera migliorata, magari la stessa presentata nel brevetto.

E voi, cosa ne pensate? L’azienda di Cupertino avrà effettivamente migliorato la propria tastiera? Fatecelo sapere tramite i commenti.

Advertise

TU COSA NE PENSI?