Liceo Scientifico Lussana di Bergamo: gli studenti della 4°L studiano su iPad.

Possiamo parlare di “realtà aumentata” quando dichiariamo che, una classe del Liceo Scientifico Losanna di Bergamo utilizza gli iPad per far studiare, contemplare i libri e memorizzare al meglio; anche la Divina Commedia. Succede proprio in Italia, dove l’innovazione e le nuove tecnologie stentano a volare e, i problemi per una scuola migliore si fanno sentire ogni giorno ai notiziari televisivi.

Sono 17, gli iPad, dati agli studenti in comodato d’uso dalla scuola. Questa concessione, è l’inizio di una sperimentazione per verificare se, il dispositivo della Apple, o qualsiasi altro tablet, possa sostituire o integrare il sistema tradizionale di studio; quindi il cartaceo. Ovviamente sono molto pochi gli iPad dati alla classe e, mi domando se, la 4°L ha solo 17 studenti; in ogni caso è un ottimo passo avanti e, se tutto andrà per il verso giusto, sarà possibile “sognare” di avere uno zaino molto leggero, in un “domani” che, in altri paesi è già passato; vedi in America dove, sia le scuole che le università hanno già adottato da tempo il tablet della Apple.


Ad:

Ho sempre pensato che iPad fosse un oggetto magico, proprio come dice Steve Jobs ma, vedo un diverso utilizzo del dispositivo della Apple. Il mio modestissimo parere è che, iPad diventerà un elettrodomestico, un oggetto sempre a portata di mano dentro casa che, ci permetta di leggere l’email, guardare le foto, seguire i social network e giocare; tutte operazioni che facciamo al computer ma, farle da un tablet risulta più intuitivo e rilassante; infatti con iPad le possiamo fare seduti sul divano o perfino sdraiati nel letto. L’utilizzo di iPad nelle scuole è un’ulteriore conferma della sua flessibilità e del genio di Steve Jobs & Co.