Apple Watch introduce sul mercato funzionalità vantaggiose per il monitoraggio della salute, ma c’è una caratteristica che il nuovo orologio smart di Samsung, presentato ieri, promette che non abbiamo ancora visto da Apple. Galaxy Watch Active di Samsung sarà in grado di misurare la pressione sanguigna (in un prossimo aggiornamento).

Samsung non condivide ancora molte specifiche ma dichiara che la funzione arriverà più avanti attraverso un’applicazione chiamata My BP Lab supportata da UCSF:

Galaxy Watch Active consentirà di monitorare la pressione sanguigna. A partire dal 15 marzo, gli utenti potranno scaricare My BP Lab, un applicazione di ricerca sviluppata congiuntamente con l’Università della California, San Francisco (UCSF), direttamente su Galaxy Watch Active per monitorare la pressione sanguigna e tenere traccia della propria salute fisica ogni giorno. Samsung aggiunge che il monitoraggio della pressione arteriosa verrà lanciato in cinque paesi: Stati Uniti, Regno Unito, Canada, Singapore, Australia e Germania.

Samsung non menziona la funzione nella pagina ufficiale del prodotto ma solo nel comunicato stampa.

L’applicazione utilizza un sensore ottico (fotocamera) per effettuare misurazioni, ma è comunque necessario un tradizionale bracciale per la misurazione della pressione sanguigna per calibrare il sensore. Dalla versione per smartphone della descrizione dell’applicazione:

Nota: il sensore ottico richiede una misurazione della pressione sanguigna da un bracciale per la pressione sanguigna esterno per “calibrare” il sensore. È comunque possibile utilizzare My BP Lab per tenere traccia della variazione percentuale della pressione sanguigna dalla misurazione della linea di base anziché visualizzare i valori della pressione sanguigna.

Le specifiche tecniche per il nuovo orologio Samsung non menzionano alcun nuovo hardware oltre al monitor della frequenza cardiaca, quindi è possibile che si applichino le stesse limitazioni.

Advertise

TU COSA NE PENSI?