Vita da pendolare: come un Iphone può migliorarti la vita

Treno, bus e tram. Oppure bicicletta, car sharing, o i vecchi, cari e a volte un po’ consumati piedi. Quasi un italiano su dieci, ogni giorno, sperimenta su di sé cosa voglia dire essere un pendolare. Secondo l’ultimo rapporto Pendolaria di Legambiente, che dal 2008 analizza la mobilità ferroviaria (e non solo) nel nostro Paese, il numero di chi ogni giorno si sposta ha raggiunto un nuovo record, toccando addirittura quota 5,59 milioni di persone, con un aumento di ben otto punti percentuali in quattro anni. Numeri che si raggiungono unendo chi utilizza il treno (quasi tre milioni ogni mattina) e chi usa i trasporti pubblici locali (circa due milioni e settecentomila persone).

Un vero e proprio esercito che, oltre a dover fare i conti con l’orologio e gli eventuali ritardi, è molto spesso preda della noia di un viaggio sempre uguale a sé stesso. Ma le cose possono cambiare, soprattutto per chi ha un dispositivo della famiglia Apple.

 


Fonte
: Wikimedia Autore: Arbalete Licenza: CC BY-SA 3.0

 

Il mondo iOS, come di consueto, offre molte possibilità durante il quotidiano tragitto tra la propria abitazione e il luogo in cui si studia o si lavora. Mentre sono ormai in rampa di lancio i nuovi iPhone, con un design tutto da scoprire, già oggi Apple è particolarmente generosa in materia di App che possono tranquillamente trasformare le lunghe, noiose e a volte snervanti attese in occasioni di divertimento, apprendimento e crescita personale.

 

LIBRI – Una delle possibilità è quella di dedicare un po’ di tempo alla cultura. Se però il vecchio e caro libro pesa troppo, o non riesce proprio a starci nella borsa già ricolma di altri oggetti, la soluzione si chiama iBooks, l’app della Apple dedicata alla lettura. Collegato a iBooks c’è AppleBooks, una gigantesca libreria a portata di mano. Se invece leggere costa fatica, dato che spesso bisogna stare in piedi, ci si può lasciare cullare da un audiolibro: occhi chiusi e una voce che legge per noi. Oltre ad AppleBooks e iTunes, dove ormai sono molti gli audio da scaricare, il più gettonato è sicuramente Audible di Amazon. All’interno si possono trovare oltre 50.000 titoli, ascoltabili anche offline, con 200.000 ore di gialli, thriller, biografie, diari, romanzi, fumetti e tanto altro ancora.

GIOCHI – Se il libro, prima di entrare in classe o in ufficio, non fa per te, e invece cerchi qualcosa di più emozionante, iOS offre l’imbarazzo della scelta. Il fenomeno del momento è QuizDuello!, una sfida a due giocatori su domande di cultura generale con oltre 50 milioni di utenti in tutto il mondo. Oppure c’è l’intramontabile Ruzzle, per chi ama i puzzle di parole e vuole sfidare migliaia di giocatori in tutta Italia a cercare quanti più termini, su una griglia di lettere, in due minuti di tempo. Se si è, invece, attratti dalle sfide serie, di quelle capaci di rilasciare una scarica di adrenalina, non c’è niente di meglio che una partita a Texas Hold’em, uno dei giochi più popolari che aiuta a sviluppare abilità di calcolo, controllo emotivo, attenzione ai dettagli e capacità di adattamento per riuscire ad avere la meglio contro milioni di giocatori da tutto il mondo.

MUSICA – A volte, invece, se il suono della sveglia è stato…impegnativo, ci può volere una bella scossa, magari a base di musica. Oltre al proprio iCloud e al prodotto di casa, ossia Apple Music, il mercato ormai offre un’ampia scelta tra Spotify, Amazon Music e YouTube Music. Per gli amanti di qualcosa di diverso c’è Jamendo Music, che da la possibilità di accedere gratuitamente, tramite download e streaming, a più di 500.000 brani dal suo catalogo, che si concentra in particolare su artisti indipendenti e meno conosciuti. In questo modo, un anonimo viaggio da pendolare può diventare l’occasione giusta per scoprire nuove dimensioni sonore, da fare conoscere poi a colleghi, amici e familiari.

LINGUE STRANIERE – Per i più caparbi, intenzionati a trasformare davvero una scocciatura in un’opportunità, l’App giusta si chiama Duolingo. Un servizio gratuito, considerato uno dei metodi migliori per imparare una nuova lingua straniera, che semplifica il processo di apprendimento e, soprattutto, attraverso la capacità di rendere le lezioni molto simili a giochi e quiz, tarati sul livello di conoscenza pregressa di ogni utente. 

E ORA…RELAX! – Hai letto, ascoltato musica, giocato, iniziato a studiare l’inglese ma, purtroppo, non sei ancora arrivato a destinazione? Dal mondo iOS arriva l’occasione perfetta per staccare un po’ la spina, in vista di una lunga giornata tra studio e lavoro, oppure prima di rientrare a casa, quando ormai sta arrivando la sera. Negli ultimi mesi è infatti notevole la crescita di App dedicate al mondo della meditazione e del relax, sfruttando in particolare i cosiddetti suoni binaurali, sorta di “battiti” che l’orecchio percepisce uniti, ma che sono composti da due suoni che agiscono sul cervello modificando la sua frequenza, soprattutto se ascoltati attraverso cuffie o auricolari.

 


Fonte
: Pexels Autore: Bradley Hook Licenza: CC0 1.0

 

Il fenomeno, identificato nel lontano 1839 da Heinrich Wilhelm Dove, viene oggi utilizzato come una vera e propria “coccola” per il nostro cervello, magari in abbinamento con momenti di meditazione e rilassamento. Per un primo approccio si può utilizzare Headspace, l’applicazione più popolare tra le app per la meditazione. Frutto dell’ingegno di un monaco buddista, Andy Puddicombe, permette di realizzare sessioni guidate della durata di 10 minuti. Per chi volesse invece sperimentare qualcosa di più specifico, può cercare Binaural, una app di puri suoni binaurali. L’ideale per rilassarsi, meditare e ridurre ansia e depressione. Il sistema è molto intuitivo: basta scegliere una frequenza, premere play e lasciarsi andare.

Fondamentale, in questi casi, usare la funzione timer per bloccare i suoni. Anche se può sembrare brusco, almeno il rischio di mancare la fermata giusta, perché cullati dalle mille possibilità del nostro dispositivo, è scongiurato!

Advertise

TU COSA NE PENSI?