Uno scoop esclusivo che di certo farà il botto, almeno in alcuni settori dell’elettronica, ma anche del marketing, visto il successo dei negozi della mela. Gizmodo ha messo le mani sul “Genius Training Student Workbook” (il manuale di addestramento per futuri Genius). Forse uno dei tomi informativi più segreti dell’azienda di cupertino, perchè si sa, i Genius sono sempre disponibili, gentili e ci fanno sentire subito amici, ma questo pare derivi dalle ferree regole imposte dall’azienda. Nulla di male, intendiamoci.

Ma cosa sono i Genius: il personale addetto all’assistenza all’interno dei negozi a marchio Apple, cioè gli Apple Store, gestiti direttamente dalla mela, sono soprannominati Genius e si trovano al Genius Bar che è un bancone in cui chiedere qualsiasi informazione tecnica e di assistenza ai propri prodotti Apple.

Il Workbook, come riporta anche Punto Informatico, prescrive tutta una serie di comportamenti che i dipendenti possono o non possono mettere in atto, le parole che non hanno il permesso di usare e i metodi per individuare e avvantaggiarsi delle manifestazioni delle emozioni degli utenti. C’è per esempio una lista di parole proibite, come “bomb”, “crash”, “hang”, “bug” e “problem”: questi termini devono essere sostituiti con cose meno dirette e più amichevoli. Quindi in teoria non si sentirà mai un Genius dire che un prodotto APple ha un “problema” semmai potrebbe avere un “ostacolo al funzionamento”.

Ad alcuni potrebbe sembrare che questo regolamento ferreo renda tutti un po’ troppo robotizzati, ma stando alle statistiche di gradimento, pare che il 60% di chi possiede un device Apple, faccia un ulteriore acquisto spinto dalla disponibilità dei ragazzi in blu, inoltre il 90% dei clienti si ritiene “estremamente o veramente soddisfatto”

Advertise

TU COSA NE PENSI?