Samsung avrebbe investito ben 800.000 dollari in pubblicità negativa per i suoi concorrenti. La notizia riportata dalla BBC è stata confermata dalla stessa Samsung, che tiene a precisare che eventi simili non ricapiteranno mai più in quanto l’accaduto va contro i principi fondamentali dell’azienda.

Il tutto è avvenuto a Taiwan, dove Samsung, tramite una delle sue agenzie pubblicitarie, avrebbe ingaggiato degli studenti per far scrivere delle recensioni e commenti negativi online contro l’HTC One, finendo così nel mirino delle autorità antitrust locale con l’accusa di pubblicità ingannevole e diffamazione.

Le scuse da parte di Samsung arrivano attraverso la pagina ufficiale Facebook taiwanese, negando qualsiasi coinvolgimento diretto nella faccenda. Nonostante ciò, rischia comunque una multa da 25 milioni di dollari taiwanesi, 635mila euro.

Questo è ciò che ha dichiarato un portavoce della società a CNET:

Samsung Electronics resta impegnata nell’adottare forme di comunicazione trasparenti ed oneste con i consumatori, così come evidenziato nell’Online Communications Credo della compagnia. Abbiamo incoraggiato tutti i dipendenti di Samsung Electronics a rimanere fedeli al nostro Credo. Il recente incidente è stato sfortunato, ed è stato determinato dall’insufficiente comprensione di questi principi fondamentali.

Samsung Electronics Taiwan (SET) ha interrotto tutte le attività di marketing che coinvolgono l’invio di commenti anonimi, ed assicurerà che tutte le attività di marketing online saranno pienamente conformi all’Online Communications Credo della compagnia.

Ci scusiamo per qualsiasi inconveniente che l’incidente potrebbe aver creato. Continueremo a potenziare l’educazione e il training dei nostri impiegati per prevenire il ripetersi dell’accaduto.

(L’immagine dello stato di Facebook di Samsung Taiwan è stata presa dal sito Digitimes.com in quanto pare sia stato rimosso.)

Cosa ne pensate di questa nuova vicenda? Siete daccordo con le strategie pubblicitarie adottate sino ad oggi da Samsung nei confronti dei suoi “avversari”?

Advertise

TU COSA NE PENSI?