I primi di Gennaio Apple avrebbe compilato il modulo per il SEC nel quale risulta una voce che ci ha fatto particolarmente sobbalzare, “Sicurezza personale per Tim Cook -> $310.000”. Wired a questo punto ha effettuato altre ricerche mettendo a paragone i soldi investiti dalle altre compagnie della Silicon Valley per la sicurezza personale dei propri CEO.

Basandosi sempre sul modulo del SEC, Amazon e Oracle spenderebbero circa $1.6 milioni per la sicurezza di Jeff Bezos e Larry Ellison, ciascuno. Mentre, Alphabet (ovvero Google) spenderebbe più di $600.000 per Sundar Pichai, così come altri $300.000 per Eric Schmidt.

Intel da canto suo avrebbe speso nel 2017 ben $1.2 milioni per proteggere il suo CEO Brian Krzanich. Se queste cifre vi sembrano folli, aspettate di sentire quelle di Facebook.

Pare che Mark Zuckerberg avrebbe una sicurezza privata che sarebbe costata nel solo 2017 $7.3 milioni, numeri che sarebbero lievitati ufficiosamente a $10 milioni nel 2018. Un incremento non indifferente se paragonato al 2013:

The $10 million to protect Zuckerberg likely counts among the largest amounts spent on security for a US executive, says Arnette Heintze, CEO and founder of Hillard Heintze, a Chicago-based security consultancy that counts many Fortune 500 companies—though not Facebook—among its clients.

“I’d put that $10 million among the top five highest in the country. And from what I’ve read in the media about Facebook, that seems to be an appropriate level of expense,” says Heintze.

Per quanto riguarda Tim Cook, il costo del personale di sicurezza nel 2018, sarebbe diminuito sostanzialmente se paragonato al 2015, anno in cui Apple spendeva $700.000.

Insomma, pare che Apple non investa poi così tanto nella sicurezza del suo CEO. E voi, cosa ne pensate? Fatecelo sapere tramite i commenti.

Advertise

TU COSA NE PENSI?