Vinpok è un azienda che in passato si è fatta valere per i gadget innovativi per prodotti Apple e non. Questa volta, dopo una campagna di crowdfunding molto più che proficua (più di $3 milioni raggiunti) ha realizzato un monitor portatile touch screen in grado di trasformare il nostro Mac in un vero e proprio dispositivo sensibile al tocco.

Contenuto della confezione:

Il monitor Split di Vinpok arriva in una confezione in cartone nera senza alcun logo, all’interno una ricca dotazione:

  • 1x: Vinpok Split
  • 1x: Cavo microHDMI a HDMI
  • 1x: Cavo USB-C a USB-C
  • 1x: Cavo USB a USB-C
  • 1x: Clip per monitor
  • 1x: Pezzuola per pulire lo schermo
  • 1x: Pellicola protettiva
  • 1x: Manuale istruzioni

Design:

Il Vinpok Split è un vero e proprio monitor portatile, 15.6 pollici di diagonale schermo, 630 grammi di peso e con spessore dello schermo di soli 4.4mm.

È inoltre equipaggiato di una cover con doppia funzionalità, protezione dello schermo durante il trasporto e funzione di stand quando lo si vuole tenere sul piano.

Una delle peculiarità che apprezzerete di più è la finitura opaca del monitor che risulta in alcune condizioni migliore dello schermo del mio MacBook Pro che riflette anche le tende della finestra.

Sul fianco sinistro è presente una porta USB-C per l’alimentazione (qualora stiate collegando il monitor a un dispositivo che non sia USB-C) e un selettore per accedere alle impostazioni del monitor (luminosità, saturazione, volume etc).

Sul fianco destro invece è presente una porta microHDMI, una USB-C (che funge sia da alimentazione che da ingresso video) e una porta AUX con jack da 3.5mm.

Nella parte inferiore sono presenti due piccoli ma discreti speaker.

Funzionalità:

Il Vinpok Split è un vero e proprio monitor portatile, molto spesso viaggio e proprio qualche settimana fa ho potuto testare quanto effettivamente trasportabile sia questo schermo.
Sono riuscito a portarlo con me in aeroporto all’interno della borsa Maverik Messenger (recensita qui) insieme al mio MacBook Pro e altri accessori.

Lo Split ha una dimensione di 15.6 pollici con risoluzione pari a 1080P. Essendo dotato di porta USB-C e porta microHDMI è possibile collegarlo veramente a qualsiasi dispositivo: PS4, Xbox One, Nintendo Switch, Mac, Android o qualsiasi dispositivi in grado di essere connesso via porta HDMI.

Se collegate il monitor via microHDMI a HDMI allora dovrete alimentarlo, anche con un Powerbank, via porta USB-C mentre se lo collegate a un dispositivo USB-C (come MacBook Pro) non sarà necessario in quanto sia alimentazione che dati passeranno tramite lo stesso cavo.

Lo schermo come ampiamente riportato sopra è touchscreen, di conseguenza collegando il monitor al Mac lo si trasformerà in una sorta di iPad, un grande sogno per molti utilizzatori di macOS.

 

 

Cosa ne penso:

Il Vinpok Split è un monitor veramente buono, soprattutto se viaggiate spesso e avete bisogno di un monitor secondario sempre con voi.

La gamma di colori è buona, non paragonabile a quella dei display Retina dei Mac ma buona tanto quando un pannello IPS LED.

Non ho incontrato alcun problema di connessione durante l’utilizzo e la batteria richiesta dal monitor non è eccessiva.

Se siete interessati all’acquisto del Vinpok Split, lo potete trovare su IndieGogo al prezzo di €204.

Vinpok Split: Mac touchscreen grazie al monitor secondario USB-C

€204
8.5

Materiali

9.0/10

Qualità

9.0/10

Funzionalità

9.0/10

Prezzo

7.0/10

Pro

  • Può essere alimentato tramite powerbank
  • Schermo opaco e touchscreen

Contro

  • Prezzo un po' caro
Advertise

TU COSA NE PENSI?