Ora che AirPower è stata ufficialmente dismessa, Vinpok si è fatta avanti con un accessorio ispirato all’ormai defunto stand wireless di Apple. Il Plux è in grado di caricare 3 dispositivi contemporaneamente (2 Qi + 1 Apple Watch).

Contenuto della confezione:

La confezione del Vinpok Plus si presenta bene, cartone bianco con stampate le informazioni riguardanti il prodotto. All’interno invece:

  • 1x: Vinpok Plux stand di ricarica wireless
  • 1x: Cavo USB-C per l’alimentazione
  • 1x: Case in silicone per AirPods
  • 1x: Adattatore wireless per AirPods
  • 4x: Accessori vari per lo stand

Design:

Il design è ovviamente molto simile all’AirPower presentata da Apple con unica differenza che lo si può tenere sia sul piano che come stand verticale.

Il corpo di questo stand è completamente in plastica, con una finitura lucida nel bordo. Frontalmente è presente un buco per inserire il proprio caricabatterie di Apple Watch.

Posteriormente invece sono presenti dei gommini qualora si volesse tenere in piano e non in verticale.

La base dello stand è dotata di un piccolo bordo con una base in silicone anti scivolo in grado di tenere iPhone in piedi.

Funzionalità:

Il Vinpok Plux è un caricabatterie wireless a tutto tondo in grado di caricare fino a 10W gli smartphone, 5W/1A le AirPods e 5W/500mAh Apple Watch. Le dimensioni sono contenute e il design è in grado di adattarsi praticamente a qualsiasi circostanza.

Una delle peculiarità di questo prodotto è la possibilità di caricare le AirPods di prima generazione via wireless grazie al KIT che Vinpok da in dotazione con l’acquisto del Plux.

Il kit è dotato di una custodia in silicone, più spesso dei soliti case per AirPods, e un adattatore wireless-Lightning da collegare nel cofanetto delle AirPods. Inoltre è presente un piccolo stand in plastica da montare nel Plux al fine di alloggiare il cofanetto di ricarica delle cuffie al posto giusto.

Nella parte frontale dello stand, sotto la plastica bianca in cui dovrete appoggiare i vostri dispositivi per la carica sono presenti dei LED, invisibili quando nessuno dei dispositivi è appoggiato sullo stand.

Un altra interessante feature nascosta è la possibilità di aprire letteralmente la parte posteriore del Plux e poter inserire il proprio caricabatterie di Apple Watch all’interno di un alloggiamento fatto ad-hoc in cui è possibile organizzare il cavo per non averlo tra i piedi.

Cosa ne penso:

L’idea di avere un caricabatterie in grado di caricare tre dispositivi contemporaneamente è veramente geniale, soprattutto per chi come me dispone di AirPods, iPhone e Apple Watch evitando così di avere 3 cavi tra i piedi.

Però, non è tutto oro quel che luccica. Utilizzando un cinturino, diverso da quello in silicone originale, lo stand non è in grado di caricare Apple Watch perché non riesce ad attaccarsi per bene al caricabatterie magnetico. Nel mio caso, utilizzo ancora il cinturino in acciaio INOX di Lululook che non risulta essere particolarmente flessibile, ragion per cui non è possibile alloggiarlo su questo stand.

Inoltre, utilizzando lo stand verticalmente non è possibile caricare iPhone X/XS con una custodia in quanto il bordo della piattaforma non risulta essere abbastanza spazioso.

Per quanto riguarda le AirPods, nulla da dire, se non che è assolutamente necessario utilizzare l’adattatore in plastica da apporre al Plux perché senza di esso sarà veramente difficile trovare la posizione giusta per iniziare la ricarica wireless.

RICAPITOLANDO: Se utilizzate iPhone senza custodia, o con una custodia in silicone molto sottile allora non avrete particolari problemi. Se utilizzate Apple Watch con un cinturino in silicone (o forse anche con uno a maglia milanese) non avrete alcun problema nel caricarlo.

Inoltre per il prezzo che costa mi sarei aspettato di trovare un caricabatterie per Apple Watch già equipaggiato nello stand, ma nulla.

Se siete interessati all’acquisto del Plux come rimpiazzo ad AirPower lo trovate sul sito ufficiale al prezzo di €70 spedizione inclusa.

Advertise

TU COSA NE PENSI?