TS3 Plus di Caldigit è un dock Thunderbolt 3 di fascia alta, realizzato completamente in alluminio, è dotato di un totale di 15 porte ed è in grado di erogare fino a 85W di energia: sufficienti per ricaricare tutta la gamma di portatili Mac (e non solo).

Il Design in alluminio, disponibile nella colorazione Space Grey, aiuta nella dissipazione del calore conferendo allo stesso tempo robustezza e pregio.

La superficie ondulata nasconde sporco e ditate, permettendo inoltre l’aggancio dei piedini per il posizioanmento orizzontale. TS3 Plus è dotato anche di una base gommata, per poter essere posizionato in verticale.

Sul fronte troviamo una porta SD (SD 4.0 UHS-II, fino a 312 MB/s) ad alta velocità, sicuramente gradita da chi ne sente la mancanza, specialmente sui portatili Pro, da dove sono sparite da anni;  una porta per l’ingresso e una per l’uscita audio analogico (jack da 3,5mm), due porte USB 3.2 Gen 1 (USB 3 da 5BG/s), una di tipo A e l’altra di tipo C. Queste porte sono sufficienti per collegarci la maggior parte delle periferiche di uso comune che per varie ragioni non devono sempre restare collegate. 

Il grosso delle porte è sul retro: 4 USB-A 3.2 Gen 1, una porta  USB-C 3.2 Gen 2 (10 GB/s), una display port 1.2, porta gigabit ethernet, due porte thunderbolt 3 (una per collegarci il computer, l’altra per il Daisychain) e per finire un’uscita audio ottica.

All’interno della confezione, troviamo

  • cavo di alimentazione
  • adattatore
  • cavo Thunderbolt 3 (certificato per 40GB/s e 100W) da 70cm (disponibile anche da 2 m)
  • TS3 Plus
  • piedini in gomma per il posizionamento orizzontale 

Il vantaggio principale di un dock Thunderbolt 3 come questo, è che permette di gestire tutto quanto con un singolo cavo, così da lasciare le altre porte thunderbolt libere, e visto che è dotato di una seconda porta thunderbolt, è come se non ne occupasse nessuna, cosa molto importante per chi ha un MacBook/ MacBookPro con 2 o meno porte thunderbolt; per i MacBook Pro di fascia alta, con quattro porte, una libera in meno non è poi una grande perdita.

TS3 Plus ovviamente non è pensato per essere portato in giro, non tanto per le dimensioni o il peso del dock stesso, che si tiene comodamente in mano, ma quanto per il complesso dock e alimentatore. L’alimentatore infatti è un piccolo mattonino, sia per dimensioni che per peso, è più lungo e più pesante del dock stesso, aumentando il peso a 1,5 kg circa. Come dock da scrivania rappresenta invece l’ideale: di fatto basta solo TS3 Plus, per gestire fino a 2 monitor 4K  (60Hz) o  uno 5K, grazie al daisy chaining è possibile collegare fino a 6 dispositivi thunderbolt 3, aumentando le possibilità di espansione.

Come già accennato, le dimensioni di TS3 Plus sono compatte, permettendone il facile posizionamento sulla scrivania, anche la disposizione delle porte fronte/retro è ben studiata e non ho avuto particolari problemi di spazio con periferiche vicine. Il design e la qualità costruttiva sono degli di nota: la qualità costruttiva e il tipo di materiali utilizzati lo rendono adatto sia ad uffici che ad ambienti domestici. 

Se a questo aggiungiamo la semplicità di Thunderbolt 3, dove basta un cavo per tutto, con TS3 Plus, un monitor esterno e, perché no, anche una scheda grafica Thunderbolt 3, si può tranquillamente dire addio al computer fisso.

Durante l’utilizzo ho notato che tende a scaldare, specielmente con diverse cose collegate, tuttavia non dovendoci mettere sopra le mani non è un problema e poi come calore diciamo che è poco meno di quello dell’alimentatore in dotazione con il mac durante la carica; nulla di eccessivo quindi.

Altra cosa interessante, anche se non è collegato al Mac via thunderbolt, continua comunque a fornire energia alle porte USB, permettendo quindi la ricarica di eventuali dispositivi collegati.  

Cosa davvero importante è utilizzare solamente cavi Thunderbolt 3 certificati, non il cavo USB-C in dotazione con il mac, ad esempio, poiché nonostante l’attacco sia lo stesso i cavi sono completamente diversi e, nella migliore delle ipotesi non succede nulla. Al contrario è possibile utilizzare un cavo Thunderbolt 3 al posto di uno USB-C, non è economicamente conveniente visti i prezzi dei cavi Thunderbolt, tuttavia con quello incluso in dotazione si riesce a gestire tranquillamente tutto quanto.

Nell’utilizzo quotidiano non ho notato alcun lato negativo, l’unico miglioramento che apporterei sarebbe aumentare le porte USB sul fronte, avendo in casa molti dispositivi con USB-A opterei per due porte di questo tipo. Pensando al futuro, tuttavia, la scelta più saggia sarebbe senz’altro aumentare il numero di porte USB-C aggiungendone un’altra sul fronte.

Il prezzo, in linea con altri dock di fascia alta è di 409,99 € per la versione con cavo da 70cm e 434,99 € per quella con cavo da 2 metri. Tuttavia, nel momento in cui scriviamo, il produttore lo ha scontato a 304,99 (70cm) e 339,99 (2 mt) ed è possibile risparmiare altri 35€ con il codice Cal35, scendendo a soli 269,99 per la versione con cavo da 70cm, risparmiando ben 140€. Su amazon, è possibile acquistarlo per 269,99 €

Sullo store di CalDigit è possibile acquistare, in sconto, i anche il loro cavo Thunderbolt 3 da 70cm a 19,99€

409.99
9.3

Qualità

10.0/10

Materiali

10.0/10

Funzionalità

9.5/10

Design

9.5/10

Prezzo

7.5/10

Pro

  • 15 porte
  • Thunderbolt 3
  • USB a 10 GB/s
  • Ingresso SD UHS II

Contro

  • Prezzo comunque elevato
Advertise

TU COSA NE PENSI?